Cos'è la Radioterapia

È un trattamento per la cura dei tumori che si avvale dell'utilizzo di radiazioni che bersagliano la zona malata. Può essere impiegata da sola o in combinazione con la chirurgia e i farmaci antitumorali. È anche somministrata a scopo preventivo, per evitare la ricomparsa del tumore a seguito di un intervento.

I vantaggi della radioterapia

Negli ultimi anni si è evoluta fino a divenire una terapia sempre più mirata a individuare e colpire soltanto il bersaglio, senza intaccare organi e tessuti sani, riducendo notevolmente gli effetti collaterali. La semplicità della somministrazione è un altro vantaggio importante di questa terapia oncologica, se si considera che ogni seduta dura pochi minuti in regime di day hospital ed è indolore, consentendo al paziente di riprendere la vita quotidiana subito dopo il trattamento.

Il decalogo

Cuore dell Radiotherapy Day è stata la presentazione del decalogo «Conoscere la radioterapia» da parte dei rappresentati delle società scientifiche ESTRO e AIRO. Seguito dalla visione di materiali interattivi con il compito di fare awareness tra gli ospiti sulla tematica della radioterapia. Dalla nascita all’evoluzione di questa cura oncologica, passando dall’opinione pubblica per sapere qual è la conoscenza sulla radioterapia e quali sono i falsi miti conosciuti.

Il decalogo “Conosciamo la Radioterapia” presentato durante Patients Day in Milano, fa parte di una pubblicazione più ampia, un White Paper dal titolo “RADIOTHERAPY: seizing the opportunity in cancer care” redatto da un gruppo di esperti di ESTRO ed ESTRO Cancer Foundation. Il documento è stato portato all’attenzione dei decisori istituzionali a livello europeo.

Il documento contiene 10 punti a sostegno del valore della radioterapia, identificati da un panel di oncologi radioterapisti di ESTRO e ESTRO Cancer Foundation e discussi insieme a pazienti, istituzioni ed esperti in occasione del Radiotherapy Day, tenutosi a Milano il 29 Maggio.



Il contributo di Marie Curie alla terapia oncologica

Non esisterebbe alcuna radioterapia contemporanea se non fosse per Maria Sklodowska-Curie – la Madre della Radioterapia – della quale è ricorso recentemente il centocinquantesimo anniversario della nascita. Le sue scoperte nel campo della radioattività hanno gettato le basi per l’uso delle radiazioni nella terapia oncologica. Per questa ragione la Campagna dedicata all’eredità di Marie Curie promossa dalla Fondazione di ESTRO (ESTRO Cancer Foundation) ha colto l’occasione della speciale ricorrenza per lanciare un’iniziativa per sensibilizzare sui benefici della radioterapia, nell’ambito della quale è stato anche realizzato un video con immagini dedicate alla vita della scienziata, premio Nobel per Fisica e per Chimica, e alla scoperta del radio, che hanno aperto la strada a nuove terapie efficaci contro il cancro.

La Campagna dedicata all’eredità di Marie Curie

La Campagna dedicata all’eredità di Marie Curie (Marie Curie Legacy Campaign), promossa dalla Fondazione di ESTRO (ESTRO Cancer Foundation) è un’iniziativa internazionale per aumentare la consapevolezza dei benefici della radioterapia e ottimizzarne l’accesso, in Europa e nel mondo.
Il video racconta la storia di Marie Curie, una donna, una grande scienziata verso la quale l’umanità avrà per sempre un debito di riconoscenza come ebbe modo di dire in un suo discorso Rita Levi Montalicini. Quando vinse il secondo premio Nobel, quello per la chimica, per la scoperta del radio (radium) subito ci si accorse degli effetti di questo elemento radioattivo sui tessuti biologici e della sua capacità di distruggere le cellule tumorali. Una scoperta altamente innovativa che ha cambiato la storia della medicina e la vita di tanti uomini dalla storia di Marie Curie ad oggi oltre 150 anni di radioterapia.
La radioterapia - è un trattamento antitumorale sicuro ed estremamente efficace, che utilizza radiazioni ionizzanti, prevalentemente raggi X ad alta energia. Un campo della medicina in rapidissima evoluzione, non solo perché trova sempre nuove indicazioni terapeutiche, ma anche grazie all'introduzione di tecnologie sempre più avanzate che consentono di assicurare un migliore controllo della malattia e di ridurre o minimizzare il rischio di effetti avversi.
Si stima che, in Europa come in Italia, l'incidenza dei tumori sia in continuo aumento, con oltre 4 milioni di nuovi casi registrati sul continente nel 2018, e 373 mila nuove diagnosi nel nostro territorio. Entro il 2025, inoltre, la richiesta del trattamento radioterapico aumenterà del 16%. Entro il 2035 potremmo salvare un milione di vite in più ogni anno. La radioterapia è raccomandata per oltre il 50% dei pazienti oncologici. Infatti, il 40% di tutti i tumori guariti e’ eliminato dalla radioterapia, sola o in combinazione con altri tipi di trattamento. Almeno 1 persona su 4 che dovrebbe beneficiare di un trattamento radioterapico, non lo riceve