Radiotherapy Day è stato un’occasione di informazione e confronto sulla radioterapia, una disciplina altamente tecnologica che viene utilizzata per la cura di tumori, una terapia di cui oggi, più che mai, è importante parlare per aumentare la conoscenza, ma anche e soprattutto fare chiarezza, spazzando il campo da informazioni non precise, spesso scientificamente scorrette, e per raccontare i progressi, i passi avanti che sono stati fatti.
L’evento è consistito in una sessione d’informazione della durata di 1 ½ sulla tematica della radioterapia. I principali obiettivi dell’evento sono stati:


Socrate scriveva che esiste un solo bene la conoscenza e un solo male l’ignoranza. È proprio così la non conoscenza può essere molto pericolosa, altamente nociva: decisioni prese senza una adeguata informazione possono essere inutili, ma anche dannose al punto da mettere a rischio la nostra salute.Durante l'evento è stata presentata il punto di vista di clinici, pazienti, società scientifiche, istituzioni, insieme impegnati a misurarsi e a confrontarsi per identificare strategie utili a garantire un sempre più ampio accesso a questa primaria opzione terapeutica per il trattamento dei tumori che come sappiamo sono in costante aumento; il programma è stata particolarmente ricco con discorsi per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’utilizzo della Radioterapia e con la presentazione di un decalogo che riassume ed evidenzia 10 fatti e punti chiave sul valore e i benefici della radioterapia.

I discorsi hanno identificato insieme alle Istituzioni, alle associazioni dei pazienti e alle società scientifiche le priorità per abbattere le barriere di accesso alla radioterapia e rendere i centri specializzati esistenti in Italia in grado di soddisfare i crescenti bisogni, legati ad una patologia, come il cancro, i cui numeri sono in costante aumento.

All'evento milanese hanno partecipato le principali associazioni di pazienti oncologici (Favo, Europa Donna, Europa Uomo e Vivere senza stomaco), gli esperti di ESTRO, AIRO (Associazione italiana di radioterapia e oncologia clinica), AITRO (Associazione Italiana Tecnici Sanitari di Radioterapia e Fisica Sanitaria), AIFM(Associazione italiana di fisica medica) e AIOCC (Associazione italiana di oncologica cervico cefalica), assieme ai rappresentanti delle istituzioni locali (Emanuele Monti, presidente Commissione Sanità della Regione Lombardia).